Municipio di Tampere, scrigno d’arte finlandese

di
Il municipio di Tampere, Finlandia © Andrea Lessona

Il municipio di Tampere, Finlandia © Andrea Lessona

Imponente ombra neo-rinascimentale caduta sulla piazza grande, il municipio di Tampere è scrigno d’arte finlandese: tra le sue mura chiuse al pubblico conserva dipinti preziosissimi.

Progettato da Georg Schreck, l’edificio che è cuore amministrativo e storico della terza città della Finlandia, è stato costruito nel 1890. Sin dall’inizio ha accentrato a sé gli uffici più importanti.

Magistero, tribunale e dipartimento di polizia erano tutti allocati qui, nel municipio di Tampere, tra queste stanze che sono splendore rivelato ai pochi fortunati che ogni giorno le attraversano, lavorandoci.

Nella sua storia secolare, la struttura è stata testimone di diversi eventi significativi. Il primo di cui si ha memoria risale al 1905: durante il Grande Sciopero, dal balcone comunale venne letto il Manifesto Rosso.

Di fronte, sulla Keskustori, la piazza centrale, la folla ascoltava le rivendicazioni scritte dal giornalista e politico finlandese Yrjö Mäkelin: chiedeva lo scioglimento del Senato del Grande Ducato della Finlandia, il suffragio universale, libertà politiche, e l’abolizione della censura.

Tredici anni dopo durante la guerra civile, il municipio di Tampere fu l’ultimo edificio del centro tenuto dai Rossi. Nelle pareti e sulle scale principali d’ingresso è ancora possibile trovare i segni della battaglia che causò danni gravissimi alla struttura.

Ecco perché la città finlandese decise di rimetterla in sesto nel 1960 volendola utilizzare per giubilei e ricevimenti ufficiali. Durante i lavori, vecchie pitture decorative e opere d’ arte sono state scoperte nel foyer principale e nella sala grande.

Oltre a nuove opere e mobili acquistati per rendere il municipio di Tampere ancora più affascinate dopo la ristrutturazione, diversi dipinti di artisti finnici sono stati ricevuti in regalo.

Da qui il motivo per cui l’edificio comunale è considerato un po’ una tesoreria d’arte finlandese. Ci sono quadri di Albert Edelfelt, Akseli Gallen- Kallela, Helene Schjerfbeck, Hjalmar Munsterhjelm, Pekka Halonen e Eero Järnefelt .

Quando la città ha celebrato il suo 200° anniversario, nel 1970, il municipio di Tampere è stato dipinto dal di fuori e le pitture del soffitto della sala grande sono state ripulite e riportate al loro antico splendore.

Nel 2004, l’edificio comunale è stato completamente rinnovato in accordo con le necessità dei tempi moderni. Ciononostante continua a essere uno degli scrigni più preziosi dell’arte finlandese.

I commenti all'articolo "Municipio di Tampere, scrigno d’arte finlandese"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...